Friday, July 16, 2021

New Open Access Journal: Polygraphia

ISSN: 2704-7326
Le attività didattiche e di ricerca costruiscono dialoghi a più voci, dai molteplici punti di vista e dalle mutevoli prospettive, files di informazioni in corsa da un polo all’altro degli archivi della storia dal cui insieme nascono rappresentazioni dello spazio e del tempo, cartografie immateriali per territori vicini e lontani. Monumenti, siti archeologici, collezioni, musei, archivi, testi letterari, tradizioni popolari, comportamenti e tracce persistenti si trasformano in nodi di reti percorribili iniziando da capi diversi, con continui cambi di scala.
Docenti, ricercatori, studenti del Dipartimento di Lettere e Beni Culturali dell’Università degli Studi della Campania ‘Luigi Vanvitelli’ hanno disegnato, in questi anni, un nuovo atlante di conoscenza. Polygraphia, rivista digitale del Dipartimento, di nuova fondazione, ne costituisce l’agorà virtuale, uno spazio dalle tante lingue e dalle diversificate scritture.
 
Polygraphia è una rivista annuale. I contributi saranno raccolti e sottoposti a doppio referaggio da gennaio a settembre. Chi fosse interessato, potrà inviare la propria proposta alla Direzione (direzione@polygraphia.it) entro il 30 settembre. Gli articoli, accettati e referati, saranno presentati preliminarmente sul sito della rivista. Il 30 settembre si chiuderà la raccolta dei contributi e verrà composto il numero dell’annata in corso impaginato e non più trasformabile, scaricabile nella versione finale gratuitamente dal sito. La rivista è articolata in tre aree disciplinari (Archeologia, Storia dell’Arte, Storia dell’Architettura; Studi filologico-letterari e linguistici; Studi Geografici e Studi Storici) cui si aggiungono tre sezioni tematiche (Atti di seminari e convegni, Notizie di ricerca, Note e recensioni) destinate a raccogliere il resoconto di incontri di studi e seminari scientifici, contributi brevi relativi alle attività svolte dal Dipartimento da solo o in collaborazione con altri enti e commenti. 

Archeologia, storia dell’arte e storia dell’architettura

Coroplastica votiva e sistemi rituali. Il caso metapontino delle terrecotte con Ninfa e Pan o Sileno
Antonia Di Tuccio

Un satiro-centauro imprigionato del Museo dell’Antica Capua
Carlo Rescigno

Primo saggio di edizione dei graffiti rinvenuti sull’Acropoli di Cuma nel 2011-2012
Giuseppe Camodeca, Nilde Sarmiento

La mostra archeologica campana e i dinoi della collezione Doria-Gallozzi
Gianluca De Rosa

Stupire col bello e l’antico. I primi restauri di bronzi a Portici
Aniello D’Iorio

Nell’orbita di Nerio. Un nuovo codice per il “Maestro del Libro d’ore di Agnese”
Andrea Improta

Le masserie Terracina e del Belvedere a Chiaia. Diverse strategie di gestione fondiaria nella Napoli vicereale
Giuseppe Pignatelli Spinazzola

La comunicazione digitale del Museo Civico Gaetano Filangieri: una parziale amnesia
Francesca Basile, Martina Tramontano

 

Studi filologico-letterari e linguistici

Osservazioni intorno a CLE 1075 = CIL X 4041
Cristina Pepe

Marsia, Platone, Dante, Giovanni di Paolo: alcune considerazioni in merito ad una miniatura dantesca
Giulio Coppola

 

Studi storici, filosofici e geografici

Per evitare gli scandali e colpire gli eccessi. Il contrasto alla criminalità ecclesiastica in Terra di Lavoro nel XIV secolo.
Antonio Antonetti

Aspects de la religion civique à Arles au bas moyen-age. Cantars et entrées dans la chronique de Bertrand Boysset
Noël Coulet

Baltasar Gracian, Filippo IV e l’idea del principe perfetto
Aurelio Musi

 

Note e recensioni

L’Isola dei Quadrilli. Recensione a: G. Palumbo, Quadrilli. Le donne e la religione delle cose nell’isola di Procida e al di là dei suoi confini, Edizioni Fioranna, Napoli 2020, pp. 220
Silvia Pizzimenti

Disobbedire nel Medioevo: tensioni, repressioni, pacificazioni
Giulia Grimaldi

See the full List of Open Access Journals in Ancient Studies

No comments:

Post a Comment